PARIGI SCOPRIAMO!

Natale a Parigi: 7 mostre da non perdere

19 dicembre 2017
A Natale non mancano certo attività da fare a Parigi in famiglia. Tra mostre, spettacoli, concerti, atelier …. c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Nella Guida di Andiamo Mamma, Natale a Parigi con i bambini, potete trovare un’ampia selezione di proposte e iniziative del panorama natalizio parigino.

Qui di seguito alcune delle innumerevoli mostre che potrete visitare:

 

Nous et les autres: una scenografia originale e coinvolgente

Nel magnifico decoro del Palais de Chaillot la prima grande mostra temporanea del Musée de l’homme affronta, senza voler essere esaustiva, in maniera ludica ma anche pedagogica, i meccanismi che portano al razzismo. Niente di più attuale in questo momento così delicato della nostra società che vede un riaccendersi del fenomeno.
E dunque è sempre bene ricordarsi che siamo tutti uguali per il 99,9 per cento!
La mostra, attraverso una scenografia originale e coinvolgente, riesce a rendere interessanti e comprensibili, concetti astratti e idee complesse: un video coinvolgente a 360° (il cilindro delle categorie), una sala d’attesa di un aeroporto (con tablette con giochi basati su test di psicologia sociale), cubi con la riproduzione di video (esempi storici dei razzismi istituzionalizzati di stato), film d’animazione, un laboratorio di genetica, un « data room », la ricostruzione di un salotto d’appartamento (con la riproduzione di immagini di archivio) e un caffè (per un invito al dibattito).
Il multimediale attraversa tutta la mostra e la rende maggiormente piacevole, apportando complementi di informazioni, spunti di riflessione e approfondimenti, per aiutarci a comprendere e distruggere i pregiudizi che perdurano tuttora.

La grande parola in 3D «Egalité» segna la fine del percorso: uguaglianza nella diversità.

All’uscita della mostra non dimenticatevi di fare una foto all’interno del photomaton, un algoritmo riprodurrà la vostra nuance di pelle nelle icone della locandina dell’esposizione (mani, uccelli, visi), per ricordarci che la nostra diversità di colore, è il riflesso della diversità della specie umana e che ne costituisce al tempo stesso la sua forza e la sua ricchezza.
Numerosi inoltre sono gli atelier proposti a bambini e famiglie e consiglio di consultare direttamente il sito, per gli orari e le fasce d’età.
Fino all’8 gennaio 2018.

Météorites entre ciel et terre: le pietre che parlano della terra e del cielo, del passato e del futuro

Da dove vengono queste pietre misteriose ed affascinanti e al tempo stesso spaventose che cadono dal cielo?
Il Museo Nazionale di Storia Naturale dedica una mostra alla sua bella collezione di meteoriti (la 3 collezione più importante al mondo) per un viaggio nel tempo e nello spazio, invitandoci al sogno e alla meditazione.
Dai miti più antichi alle interpretazioni più miracolose, fino alle analisi geochimiche, le meteoriti sono state oggetto di venerazione prima ancora di essere oggetti di scienze.

Le meteoriti affascinano per la loro origine lontana e per il messaggio che ci portano sulla nascita del sistema solare, cosi come sulla storia della vita sulla terra, ma anche perché fonti costanti di inspirazione ed emozione.

La mostra propone un percorso scenografico costituito da proiezioni di grandi dimensioni, spettacolari e interattive, intervallate da più di 350 meteoriti della collezione, in un ambiente lunare e poetico.
Sono presentate inoltre, una decina di opere di artisti contemporanei, per un altro sguardo sulle meteoriti, proponendo una pausa meditativa e riflessiva.
Fino al 10 giugno 2018.
 

3 in un colpo solo! Alla Cité des Sciences et de l’Industrie c’è da vedere:

Il était une fois, la science dans les contes 

La mostra invita ad esplorare la scienza (chimica, matematica, fisica, geologia…) presente in 10 classici della letteratura per bambini (3 porcellini, Cappuccetto Rosso, Pinocchio, Alice nel paese delle meraviglie ……) attraverso una trentina di esperienze divertenti e interattive, in una scenografia originale e favolosa.
Fino al 18 novembre 2018.

Froid

La mostra fornisce le chiavi per comprendere i fenomeni che si nascondono dietro il freddo naturale e il freddo «fabbricato» e le sfide che devono affrontare gli esseri viventi, la società (nella vita quotidiana e nelle applicazioni industriali) e la scienza.
Fino al 26 agosto 2018.

Effets speciaux – crevez l’ecran

La mostra presenta i trucchi e le diverse tecniche di effetti speciali che si nascondono dietro la magia del cinema.
In un affascinante percorso interattivo, intervallato da video multimediali, giochi, oggetti insoliti e riproduzioni, si capisce come gli effetti speciali intervengano nella catena di concepimento e realizzazione di un’opera audiovisiva. Interessante per capire meglio la complessità di effetti speciali e tecniche che si celano dietro film come Avatar, il Pianeta delle scimmie, The Revenant, X-Men: Apocalisse, 2001 Odissea nello Spazio, Terminator, King Kong, Rogue One, Star Wars Episodio IV e molti altri ancora.
Grazie ad un sistema di accreditamento su un braccialetto è possibile registrare e rivedere le diverse performance interattive che si possono realizzare lungo il percorso (la tecnica del fondo verde, diventare attore e riprodurre le scene cult di Georges Méliès, “la dance des particules”…).
Per tutti gli amanti del cinema e non solo!
Fino al 18 agosto 2018.

All’ Hôtel de Ville i Kapla prendono le forme dei racconti della nostra infanzia

Se in una delle vostre passeggiate vi capita di passare davanti all’ Hôtel de ville, non perdetevi la mostra gratuita organizzata dalla Ville de Paris. I Kapla (i famosi mattoncini di legno di pino delle Lande), prendono le forme dei più famosi racconti e leggende della nostra infanzia (Cappuccetto Rosso, i 3 porcellini, Hansel e Gretel …).
Dopo aver visitato la mostra, si può dare libero sfogo alla fantasia con costruzioni immaginarie, nello spazio libero dedicato, oppure riservare per tempo un atelier gratuito per bambini dai 5 ai 12 anni, per realizzare costruzioni di grandi dimensioni e sviluppare così il senso artistico e architetturale assieme a doti di pazienza e destrezza.
Fino al 7 gennaio 2018.

Château de Vaux-le-Vicomte a Natale

Avete presente la casetta di pan di zenzero della strega di Hansel e Gretel?

Ora pensate più in grande, molto più in grande ……. un intero castello di pan di zenzero!

Ebbene si, perché il Castello di Vaux-le-Vicomte si addobba per il Natale di mille decorazioni e illuminazioni, per trasportarci in un mondo magico fatto di dolci e caramelle.
Il percorso inizia dal Musée des équipages (grandi stalle), per proseguire all’interno del Castello, con alberi di Natale fatti di bastoncini di zucchero, lecca lecca, caramelle, dolci, piramidi di cioccolato, omini e casette di pan di zenzero, tavole imbandite, orsi che si muovono, per un’immersione olfattiva (ogni stanza un profumo diverso) e sonora (con corali natalizie).
La visita culmina con la riproduzione nel Grand Salon, di una foresta innevata e incantata piena di animali delle nevi nascosti da cercare.
Al calare del sole il castello si avvolge di luci scintillanti che rendono l’atmosfera ancora più magica e sospesa nel tempo.

Un’esperienza da non perdere.

Fino al 7 gennaio 2018.

E ora, buon divertimento!!

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

error: Content is protected !!