PARTIAMO!

Bretagne Plein Sud: cosa fare!

3 settembre 2015

Eccoci con la seconda puntata sulla ormai famossissima 😉 Bretagne Plein Sud. Eccovi una lista di posticini carini e di attività da fare con o senza bimbi!

La Baule

IMG_8404IMG_8393IMG_8391– il mercato della Baule è un must, come quello di Saint Tropez. D’estate c’è tutti i giorni, e si divide tra la zona coperta, dove troverete essenzialmente dell’alimentare, e la parte esterna che gira intorno, dove potrete scovare di tutto e di più. Dai pigiami bonton, alle creatrici 100% handmande in una profusione di Liberty che a me personalmente fa impazzire. Da assaggiare sul mercato, il celebre fondant Baulois, dolce di cioccolato, simile al moeulleux. E per chiudere in bellezza, fate come i veri baulois: aperitivo con una demi-douzaine d’ostriche e bicchiere di rosé da L’Écailleur, per “voir et être vus”.

– la spiaggia reputata come la più bella della Baule est la plage Benoit. È senz’altro bella ma anche piena di gente, soprattutto d’estate, io dico che qualsiasi altro pezzo di questi 8 km di arenile vanno benissimo. Soprattutto per tutte le attività che potrete praticarvi: vela, catamarano, kite surf, passeggiate a cavallo al tramonto…

– per merenda, farete felici i vostri bimbi con una gaufre (un wafel) di Manuel, posto mitico che si affaccia proprio sul lungomare, alla fine del corso principale, l’avenue Charles de Gaulle.

Piriac-sur-Mer

IMG_8841Questo piccolo porto è forse il mio preferito della zona, con le sue stradine che si snodano intorno alla chiesetta in pietra Saint George. Il fronte mare battuto dal vento, i suoi negozietti tipici e le crêperies una dietro l’altra ma sempre piene. Quel giusto mix di atmosfera turistica e autentica allo stesso tempo.

– una delle crêperies della rue Keroman. In generale sono tutte buone, e perfette per degustare la specialità bretone: les galettes salate al grano saraceno.

– La Maman des poissons: negozietto per bimbi delizioso, tenuto da una mamma of course, che propone marchi di grande qualità come Djeco, Mini Labo, Haba, Rice, Fifi Mandirac,…

IMG_8838IMG_8839

– sulla strada tra Piriac e Guérande, troverete Piriac Aventure, un parco di tree climbing dove i nanetti si divertono moltissimo e anche gli adulti (eccezione fatta per alcuni, di cui non farò nomi, che soffrono di vertigini, per esempio, e che, per esempio, rischiano di rimanere bloccati a 5 metri d’altezza e dover scendere con i soccorsi e la scala… SOPRASSEDIAMO 😉

Guérande

Papa pique, Maman coud: una vera e propria istituzione da queste parti, tanto che ormai il negozio ha aperto battente anche a Parigi. Creazioni tessili carinissime per le bimbe: cerchietti, borse e zainetti, mollettine, costumi, bavaglini, c’è di tutto e di più in questo negozio so chic.

Pierre Guezingar

– Prendete la macchina o le biciclette a fate assolutamente un  giro tra le marais salant, le saline che si snodano tra Guérande e Le Croisic. Di preferenza fatelo al tramonto, restereste abbagliati non solo dalla luce che si riflette nell’acqua ma anche dalla bellezza incredibile di questi posti selvaggi, dalla fauna degna di una copertina di National Geographic e dall’atmosfera che si respira…Frutto di una tradizione centenaria, quella del sale e della fleur de sel, e di una storia di lotte sindacali, difesa del patrimonio culturale e artigianale e delle tradizioni locali (ma questa è un’altra storia che vi lascio scoprire allo spazio espositivo Terre de sel).

La Turballe

– se un giorno presi da coraggio avrete voglia di svegliarvi presto (prestissimo, comincia alle 5.45!), prenotate una visita alla criée di uno dei più importanti porti di pesca francese (famoso per la pesca delle sardine). I pescatori tornano dalla raccolta notturna, scaricano i loro bottini e cominciano le trattative che determinano il prezzo del pesce della giornata (un tempo si faceva tutto gridando, da cui il nome, oggi è tutto informatizzato!)… Affascinante, e per i bimbi più grandi, un momento che non dimenticheranno presto.

La Belle îloise: all’inizio era solo una fabbrica di sardine in scatola. Quando le figlie del fondatore ne hanno ereditato la gestione, lo hanno trasformato in una catena di negozietti di prodotti del mare in scatola di alta qualità, e con un packaging retro-bretone stupendo…

 

Voilà! resterebbero molti altri posti e posticini da consigliarvi e farvi scoprire, ma se vi svelo tutto io, che viaggio è? 😉

By La Brune

tete_01

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

error: Content is protected !!