SCOPRIAMO!

Deyrolle : un museo di storia naturale a costo zero!

8 aprile 2016
Esiste un luogo storico a Parigi, di quelli che non si possono non aver visitato almeno una volta se si vuol dire di essere dei fini conoscitori di questa città. Si chiama Deyrolle e tecnicamente é un negozio di tassidermia, entomologia, mineralogia e curiosità.
Tecnicamente. Perché, in pratica, é ben di più: un piccolo museo di storia naturale in centro città (e senza biglietto di ingresso!).
Per rimanere a bocca aperta dovrete salire le antiche scale a chiocciola in legno che vi porteranno al primo piano.
Li’, davanti agli occhietti stupefatti dei vostri bimbi, si trova una vera e propria Arca di Noè!
Orsi, leoni, tigri, antilopi, cerbiatti, zebre, uccelli, e persino un elefante e una giraffa, a grandezza naturale, oltre a una gigantesca collezione di farfalle e insetti.
Ma attenzione! Ci tengono a spiegare in negozio che nessuno di questi animali é stato ucciso per essere impagliato, bensì tutti gli esemplari presenti chez Deyrolle sono stati recuperati dagli zoo o dai circhi quando già erano morti di vecchiaia o di malattia e, successivamente, impagliati con tecniche complesse e raffinate.
Cosa ci fanno li? Beh, vengono venduti a cifre astronomiche (con circa 50.000 ti porti a casa una tigre!) per arredare i salotti, o meglio i saloni, di qualche facoltoso parigino o di qualche miliardario russo che voglia un souvenir della Ville Lumière…de gustibus non disputandum est!
Quanto a me, mi é piaciuto moltissimo fare una sorpresa alle mie figlie, convinte di entrare in un negozio normale per le solite barbosissime commissioni, e vedere l’espressione sbigottita sui loro volti e quelle manine timorose protese ad accarezzare il muso di qualche belva feroce.
LA MAISON DEYROLLE
46, rue du Bac – 75007 Paris
+33 (0)1 42 22 30 07
contact@deyrolle.fr
Orari: lunedì 10h-13h et 14h-19h
Dal martedi al sabato 10h-19h
Métro ligne 12 : Rue du Bac
Bus : 84, 63, 69, 68, 94 et 83
Buona visita!
By La Blonde

tete_02

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply Mariuccia 8 aprile 2016 at 8 h 58 min

    Molto interessante. Sicuramente poco conosciuto e merita una visita. Brava.

  • Reply Laura 8 aprile 2016 at 10 h 13 min

    Molto interessante, grazie. Una piccola osservazione, ma sicuramente è un errore di battitura: si scrive “de gustibus” e non “degustibus” in una sola parola.

    • Reply la Blonde 8 aprile 2016 at 12 h 47 min

      Errore di refuso imperdonabile per una che ha fatto il classico! Grazie correggo immediatamente!!

    Leave a Reply

    error: Content is protected !!