SCOPRIAMO!

Dulala e gli ateliers bilingue

21 maggio 2015

« Mamma, ci siamo dimentiché doduou in macchinà »

« No, papa, questo è pas bello »

« Si lo so, mi devo asciuguer le mani ! »

Se anche i vostri figli parlano come Jar Jar Binks di Star Wars, non preoccupatevi : abbiamo la soluzione !

Effettivamente, mia figlia, fin dall’età in cui era possibile intuire se capiva quello che le si diceva (direi intorno ai 10 mesi), è sempre stata bilingue. E’ stato bellissimo vedere in azione le incredibili capacità del cervello umano, soprattutto così giovane. Ma non è che lei fosse un talento particolare eh ? Tutti i figli di coppie miste sviluppano questo bilinguismo e questa doppia cultura, poi in alcuni appare più o meno in superficie, in altri resta lì in un angolo delle meningi e esce non appena riattivata. Spesso, questo « sdoppiamento » subisce oscillamenti, anche in funzione dell’origine della lingua : se è materna o paterna, se è parlata a casa, o solo durante i viaggi e le vacanze nel Paese i questione. Ci sono periodi in cui la creatura parla quasi esclusivamente francese e altri in cui mi canta Al Bano a squarciagola.

Con l’inizio della materna però la percentuale dell’italiano era scesa molto, anche perché qui ci sono solo io che le parlo la lingua del Bel Paese (io e i personaggi Disney). Dopo qualche ricerca, ho trovato un’associazione, Dulala, D’Une Langue à l’Autre, che si occupa di bilinguismo e culture miste. Qui in Francia un bambino su quattro è a potenziale bilingue e Dulala è un laboratorio di ricerca e riflessione che cerca di favorire questo plurilinguismo. E soprattutto che organizza atelier di gioco in lingua.

daf119b3198d32539eb42e50242b9b91 (1)

Creatura subito iscritta e il risultato è stato incredibile. Gli atelier in italiano si tengono una volta a settimana al Petit Café du Monde Entier, un piccolo caffé adorabile (che vi consiglio anche solo se volete bervi tranquillamente un succo di frutta con le amiche mentre la marmaglia gioca). Sono gruppi di 5-6 bambini massimo e con loro per un’ora e mezzo c’è Cristiana, un’educatrice italiana eccezionale.

Dolce, paziente, piena di fantasia e inventiva, Cristiana fa fare loro un sacco di attività, giochi e letture in italiano, che consentono di trasmettere la lingua senza nemmeno che loro se ne accorgano e sedimentano un po’ di più quest’italiano di cui a volte i bimbi non sanno bene che farsene. Ci sono anche giornate dedicate ai genitori, per creare una piccola comunità intorno al desiderio di far vivere le proprie radici nei rami dei propri figli (ammazza, la metafora).

La questione del bilinguismo e della trasmissione di questa cultura doppia di cui facciamo dono ai nostri figli è vasta e delicata. Merita un post a parte, ma intanto ci tenevo a suggerirvi questi ateliers (ce ne sono altri in quasi tutte le lingue europee). Per mia figlia è stata una svolta: da quando li frequenta, parla moltissimo in italiano con me, in modo sempre più « forbito » (ovviamente proporzionato alla sua veneranda età). E io mi sono presa l’enorme soddisfazione di vederla giocare a Strega comanda color.

 

by La Brune

tete_01

 

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply Enguerran 27 maggio 2015 at 15 h 58 min

    Di piu : il carot cake del petit cafe e bono 😀

  • Reply Brunch con i bambini: tutti gli indirizzi! – 24 settembre 2015 at 11 h 59 min

    […] Le Petit Café du Monde Entier: delizioso café-boutique, dove si svolgono anche alcuni ateliers in lingua dell’associazione Dulala, è a misura di bimbo con un angolo giochi e libri dove si sfogheranno mentre voi degustate torte, […]

  • Reply Brunch avec les enfants: les adresses – 8 ottobre 2015 at 10 h 57 min

    […] Le Petit Café du Monde Entier: adorable café-boutique, où se tiennent également des ateliers jeux de l’associations Dulala. À mesure d’enfant avec un coin jeux, un ambiance cosy, et un corner lecture: eux ils seront […]

  • Leave a Reply

    error: Content is protected !!