SCOPRIAMO!

Pabobo, alla paura dico NO!

14 dicembre 2016
Con la nascita del terzo arriva un’altra sfida, questa sì ben più difficile e faticosa da gestire rispetto alle notti in bianco e ai mille pannolini da cambiare: LA GELOSIA dei fratelli.
Ce lo dicono in tutte le salse prima di partorire (forse ce la tirano pure un po’), ma non siamo mai pronti quando si palesa. E solo chi ci passa sa come si soffra – e ci si senta pure un po’ in colpa – nel vedere i propri bambini in difficoltà davanti all’evento/uragano che scuote il loro perfetto equilibrio interiore.
Regressioni (mani perennemente in bocca, voce in falsetto, improvvisa incapacità di vestirsi da soli, ritorni di pipi a letto e chi più ne ha più ne metta), capricci all’ennesima potenza, scatti di rabbia, comportamenti anomali.
KEEP CALM and DON’T PANIC: passerà. O almeno spero. 😉
Mia figlia di 4 anni, ad esempio, nei primi giorni dopo l’arrivo a casa di Mister3, tornando da scuola temporeggiava sulle scale facendo di tutto pur di non varcare la soglia di casa. Una volta dentro assumeva la posizione orizzontale strisciando svogliatamente sul pavimento per mezzora con la giacca ancora indosso, salvo tornare in posizione eretta unicamente per saltare in maniera nervosa su ogni divano, poltrona, letto, trovasse sul suo cammino.
E, come se non bastasse, al calar della sera ecco ripresentarsi prepotentemente quelle PAURE che credevamo ormai superate: del buio, dei mostri sotto al letto e delle streghe nell’armadio… e tu, mamma stanca e in deficit di sonno, proprio non ce la fai a essere paziente e rassicurante. Non é colpa tua, ma in colpa ti ci senti comunque.
Finché un giorno mi arriva una mail in cui mi propongono di provare Mimi Bunny, un morbido coniglietto di peluche di Pabobo, con stelline colorate che si proiettano sul soffitto e una dolce musica che si profonde nella cameretta per venti minuti non stop, ideale soprattutto i neonati.
Quanto é durato secondo voi Mimi Bunny nel lettino di Mister3? Nemmeno il tempo di una ninnananna!
Fatto oggetto di furto con destrezza, il dolce coniglietto é presto finito fra le braccia delle sorelline, a cui non é parso vero di potersi addormentare sotto una volta stellata e musicale.
Da quella sera niente più mostri sotto al letto né streghe nell’armadio ma solo dolci sogni e… un po’ di respiro per mamma e papà che ringraziano di cuore Pabobo per questa bella scoperta!
By La Blonde

tete_02

Post in collaborazione con Pabobo.

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

error: Content is protected !!