FACCIAMO!

Passeggiata in zone sconosciute: la Zac Pajol!

23 marzo 2016
Complice una recente (e rara) giornata di sole, siamo andati a spasso in una zona non troppo battuta di Parigi ma che vale assolutamente una bella passeggiata in famiglia. Si tratta della Zac Pajol, una di quelle parti della città che il Comune ha riabilitato negli ultimi anni. Qui siamo dietro la ferrovia della Gare du Nord, nel 18esimo, proprio tra il Centro 104 e Barbés. Dove prima c’erano aree desaffectées ora é sorto un complesso con una residenza per studenti, un ostello, la biblioteca Vaclav Havél, un parco giochi e qualche bel negozietto. Venite a fare un giro con me?
Si parte dall’area giochi così da stancare per benino i nanetti: non solo il parco é molto carino, ma si trova vicino al grande edificio che forma il complesso di cui vi parlavo, e inserita nell’architettura di quest’ultimo, c’é una passeggiata-spianata veramente zen dove i monopattini potranno scorrazzare a tutta velocità! Intorno, da una parte delle vasche con piante acquatiche varie e giochi di riflessi che attireranno la loro attenzione, e dall’altra, la ciliegia sulla torre, i binari della ferrovia. E via si parte, per una mezz’oretta di “ciao ciao al ciuf ciuf!!” (sì, io parlo così alle mie figlie, sto già risparmiando per il logopedista e lo psicologo).
Direttamente dall’interno di questa struttura, potrete poi passare dall’altra parte, lungo la famosa rue Pajol. Qui, di nuovo, un grande e lungo spiazzo dove far correre tranquillamente le creature o fare un bel giro in bicicletta o pattini.

IMG_3192

 

E poi magari fermarsi a bere un succo di frutta super healthy e mangiate un donuts un po’ meno healthy ma very americano da Bob’s Bake Shop, la pasticceria-panetteria americana aperta come annesso di Bob’s Juice Bar. C’é anche il ristorante Les Petites Gouttes, molto carino, e dove si mangiano piatti informali, piuttosto buoni ma dove, soprattutto, si può giocare a Pac Man!

 

IMG_3199IMG_3201Con lo stomaco pieno e le gambe a questo punto belle stanche, non resta che passeggiare, contemplare le casette colorate dall’altra parte della strada e fare una capatina nei negozietti lì intorno. Uno su tutti, Deli Drop, concept-store di oggetti strani, originali e divertenti anche qui venuti direttamente dagli Stati Uniti, e l’épicerie Deli store con prodotti americani.

 

 

Se poi vi resta un po’ di tempo e di energia, infilatevi nella biblioteca Vaclav Havél a scovare qualche libro per loro o qualche fumetto per voi.
IMG_3202

 

By La Brune

tete_01

 

 

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

error: Content is protected !!