MANGIAMO! SCOPRIAMO!

Pausa lettura e caffè insieme a Shakespeare & Co !

15 aprile 2016
Inammissibile passare da Parigi (o ancor peggio viverci) senza aver trascorso qualche ora su uno dei marciapiedi più famosi della città: in faccia la maestosa Notre Dame e alle spalle Shakespeare & Company, storico bookstore, meta di pellegrinaggio per gli amanti della letteratura inglese e americana o, più semplicemente, del bello!
Si, perché già sul marciapiede si inizia a godere della poesia di questo luogo che, a dispetto della posizione iper turistica in cui si trova, mantiene inalterato il fascino dell’autenticità.
Come nel film di Woody Allen “Midnight in Paris”, una visita da Shakespeare & Company ha il potere di trasportarci in un’altra dimensione spazio-temporale: non spaventatevi dunque se, come é capitato a me, non saprete più se vi trovate a Parigi nel 2016 o a Notting Hill cent’anni fa!
Da una parte l’antica libreria fondata dall’americana Sylvia Beach nel 1919, con l’insegna verde usurata dal tempo, le lavagne scritte a mano, una vecchia panchina di legno su cui sono distrattamente appoggiati quotidiani consultabili for free, bancarelle di libri usati modello mercatino delle pulci e giovani, tanti giovani, universitari, di ogni nazionalità, che chiacchierano e si scambiano libri, rendendo il tutto ancora più vivo e autentico.
Dall’altra la nuova e stilosa caffetteria, i conviviali tavoloni di legno sul marciapiede – che più che un marciapiede sembra una vera piazzetta -, l’arredamento un po’ vintage e quei sanissimi centrifugati vegetali da accompagnare a, un po’ meno sani, brownies, lemon pie e cheese cake che faranno la gioia del palato vostro e dei vostri piccoli accompagnatori!
E posso assicurarvi che, con la pancina piena e i baffi di cioccolato, i vostri bambini adoreranno anche fare un giro in libreria.
Li’, persi tra i corridoi stretti e i passaggi segreti sotto le antiche travi di legno, arriveranno in un angolino tutto loro, una specie di piccola grotta dove potranno sedersi a leggere e sfogliare i tanti libri di narrativa per l’infanzia messi a disposizione dalla libreria.
E non é finita qui. Salendo le ripide scale si arriva nelle stanze “museo”, rimaste inalterate tra vecchie macchine da scrivere, letti di fortuna e antiche scrivanie su cui si sono seduti veri e propri giganti del calibro di Hemingway, Fitzgerald, Eliot e Pound, e dove negli anni ’50 George Withman, il fondatore dell’attuale sede della libreria, ha dato ospitalità ad artisti, scrittori e intellettuali in cerca di un rifugio, dando vita al motto “be not inhospitable to strangers lest they be angels in disguise“.
E ora qualche scatto interno rubato (giuro, anche questa volta ho sfidato con coraggio i numerosi cartelli che intimavano “no photos”, tutto per amore vostro!).
Shakespeare and Company, 37 rue de la Bûcherie 75005 Paris.
By La Blonde

tete_02

 

 

 

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

error: Content is protected !!