PARTIAMO! SCOPRIAMO!

Saint Tropez a portata di bambini…e di tasche!

3 luglio 2015

E chi l’ha detto che Saint Tropez è un posto inaccessibile e snob dove per divertirsi occorre dilapidare un patrimonio?

Date retta a una che ci è andata per tante estati, con e senza figliolanza, e che, pur odiando gli sfarzi eccessivi di questo piccolo gioiellino ahimé un po’ troppo invaso da Ferrari e yacht senza senso, è riuscita a scovare dei posticini davvero super a portata di bimbi e a prova di portafoglio!

Dove mangiare:

E’ chiaro che i ristorantini del centro hanno prezzi piu’ elevati e spazi ridotti; ottimi, dunque, se siete in coppia, un po’ meno se al seguito avete creature rumorose e affamate. Ma se siete dotati di macchina (condizione, secondo me, imprescindibile per godere appieno di questa località balneare) ecco a voi due vere chicche per una cenetta in famiglia senza rinunciare al fascino tropezien.

esquinade

L’Esquinade: ristorante pieds dans l’eau, alla mano, iper frequentato (soprattutto da habitués), e di ottima qualità. Un vecchio vascello pirata arenato sulla lunghissima spiaggia di Pampelonne (quella per intenderci del mitico Club 55) su cui potrete mangiare ottime moules et frites (le cozze sono la loro specialità) comodamente seduti su rustici tavoli di legno in terrazza o – esperienza che vivamente consiglio – coi piedi direttamente nella sabbia, godendovi incredibili tramonti con i bambini che scorazzano liberamente sulla spiaggia davanti al vostro tavolo.

Indirizzo: Spiaggia di Pampelonne, Route de Bonne Terrasse, tel. + 33 04 94 79 83 42

la-pomme-de-pin

Senza vista mare ma con il fascino della campagna e dei filari di vigna, Il Pomme de Pin, immerso in un bosco di pini marittimi, è in assoluto il migliore per una buona pizza in famiglia (ma si mangiano anche ottimi fritti di pesce e tante altre cose davvero sfiziose).

Indirizzo: Route de Tahiti, 83350 Ramatuelle, tel +33 4 94 97 73 70

Dove fare acquisti per bambini:

Anche qui avrete l’imbarazzo della scelta ma, a meno che non andiate in stagione di saldi, i prezzi sono alquanto proibitivi.

Tuttavia c’è sempre una grande risorsa per fare buoni affari: il mercato del martedi e del sabato. Poco cool indossare un capo acquistato al mercato? Non se è del marché de Saint Tropez (…un po’ come quello “del Forte” per intenderci!). Qui vedrete affannarsi nelle compere fra gli allegri banchetti solo signore”chicchissime” e famigliole da pubblicità, bambini biondi e ben vestiti, paparini in camicia di lino bianca e mammine magrissime con la borsa di vimini sotto braccio.

Dando le spalle alla piccola Rue Clemenceau, sulla destra del mercato (dove di solito si trova il parcheggio esterno), c’é un banco che vende tutto Petit Bateau degriffato (senza etichetta) a prezzi davvero da affare. Sempre da quelle parti da non perdere i bellissimi vestitini punto smock a 15 o 18€.

saint-tropez-shopping-03

Per voi mamme, poi, consiglio di buttare un occhio ai costumi da bagno (belli come quelli di Kiwi e alla metà del prezzo), ai cappelli di paglia, che fanno molto tropezien, e alle ceste di vimini, un must have per fare la spesa da queste parti (e utilissima per i picnic primaverili parigini e non).

Indirizzo: Place des Lices, Saint Tropez, tutti i martedi e i sabati mattina.

Attrazioni per i bambini:

Ogni anno per le mie bimbe ci sono alcuni riti da rispettare. Il primo fra questi è andare al Circolo del Polo.

st-tropez-polo.jpg.1600x1000_q80

D’estate, da giugno a settembre, iniziano i tornei e vi assicuro che vedere una partita di Polo a bordo campo è un gran divertimento per grandi e piccini. L’ingresso è libero. Si possono visitare le scuderie e, se si vuole, pranzare o cenare nel ristorante a bordo campo.

Indirizzo: 1999 Route de Bourrian, 83580 Gassin.

Immancabile è, poi, un giro sulla giostra del Porto. Si trova alla fine del Parcheggio del Porto, ed è in assoluto la piu’ bella. Su due piani, con cavalli basculanti alla Mary Poppins (ve l’ho detto che io Mary ce l’ho nel cuore…ricordate le nostre presentazioni?) e con una vista mozzafiato!

Un’altra bella attrazione è il Guignol, antico e famosissimo teatrino delle marionette francese. Da luglio in poi arriva ciclicamente a tappezzare il paese di cartelloni pubblicitari a cui l’attenzione dei bambini non sfugge mai!

Io non lo amo particolarmente, trovo che il volume sia troppo alto (per non dire assordante) e lo svolgimento alquanto noioso…ma evidentemente non la penso come la maggior parte delle mamme francesi e anche delle mie figlie che, alla vista del cartellone, iniziano un sano martellamento fino all’ottenimento del risultato.

Indirizzo: Place des Lices, Saint Tropez.

Infine, il piccolo Museo delle Farfalle merita senz’altro una visita: una collezione di tutte le specie diurne di farfalle raccolte dal pittore Dany Lartigue ed esposte nella sua bella dimora di famiglia nel cuore di Saint Tropez.

Indirizzo e INFO: La Maison desPapillons, 9 rue Etienne Berny, Saint Tropez. Tel: 0033494976345. Aperto dalle 14.30 alle 18 da lunedi al sabato. Costo biglietto: adulti e bambini sopra gli 8 anni €3.

IN QUALI SPIAGGE ANDARE

Perché farsi spennare in uno dei tanti “chiccosissimi” stabilimenti balneari sulla spiaggia di Pampelonne, per stare sdraiati su dei matelas (materassi) a 10 cm da terra e farsi riempire di sabbia l’asciugamano dalle proprie simpatiche creaturine quando, accanto ad essi, spaziose spiagge libere offrono quasi i medesimi comfort ma gratis?

La Francia in questo è un passo avanti rispetto all’Italia: di spiagge libere ce ne sono tante e sono tutte curate, pulite, accessibili, dotate di ampi parcheggi sul retro, e molto spesso situate in posti ancora piu’ spettacolari.plage_salins1

Le migliori?

Les Salins (ci si arriva percorrendo la Route des Salins), e La Moutte (dalla Route des Salins, c’è una deviazione sulla sinistra che porta sul Chemin de la Moutte) sono fra le spiagge piu’ belle di Saint Tropez. Il mare limpido della Sardegna, un parco secolare di pini ad ombrello, ampi parcheggi gratuiti, doccette all’aperto accanto alla casetta dei soccorsi ed un ristorantino piedsdans l’eau molto buono rendono queste spiagge assolutamente fruibili con pargoli di tutte le età al seguito.

Beh, io tra pochi giorni ci vado…se scopro nuove chicche vi terro’ informati!

By La Blonde

tete_02

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

error: Content is protected !!