RIFLETTIAMO! SCOPRIAMO!

Siti e applicazioni per famiglie…social!

10 settembre 2015

Le famiglie francesi sono strane parecchio. Puoi passare giorni, mesi, che dico, anni a condividere pomeriggi dopo scuola e domeniche mattina al parchetto, portare i figli insieme a nuoto ogni mercoledì pomeriggio che manda l’anno scolastico (giorno in cui in Francia le scuole sono chiuse), invitarsi a vicenda tre generazioni di fratelli e sorelle alle feste di compleanno e alla fine, riuscire a restare solo conoscenti o a non sapere mai niente dell’altro (ovviamente sto generalizzando, se no che scrivo a fare?).

Ed ecco nascere  recentemente, una profusione di siti, social network e applicazioni per incontrarsi con altre famiglie o altre mamme, per condividere momenti o aiutarsi a vicenda. Eccovene qualcuno, ovviamente mi troverete già iscritta a tutti 🙂

– Ma share ecole (attenzione al jeu de mots: share/chère che si pronunciano nello stesso modo!). Lanciato da meno di un mese, si tratta di un social network delle scuole materne e elementari, o meglio dei genitori delle scuole. Dopo l’iscrizione, si cerca la propria scuola e relativa classe. Una volta attribuiti alla classe, si entra nella rete, si ha accesso a tutte le informazioni che riguardano i vostri bambini e la loro vita scolastica: orari, calendari, compiti, gite, eventuali attività extra, ma anche l’annuario dei genitori. Soprattutto si possono postare messaggi comuni (utili per la colletta di fine anno per il regalo alla maestra, per esempio), invitare la classe ad un compleanno, scambiarsi favori (mi prendi tu la pupilla dopo la scuola domani?) e creare un mercatino di giocattoli, libri e vestiti usati. Il social che mancava insomma, con una grafica adorabile.

MumAround: una sorta di Meetic delle mamme. Sito di incontri tra “mamme del quartiere” destinato a creare delle comunità, sia in funzione del proprio quartiere sia su una tematica particolare (comunità delle “Dicembrette”eccomi qua!) o in base a quelle domande che solo le mamme possono capire (“Ma voi la scaldate al microonde la fisiologica o no?”). Le famose comunità organizzano spesso caffè e pic-nic mammeschi, e soprattutto, si scambiano bons plans di baby-sitter, tate e indirizzi utili.

Square des mamans: sito molto simile al precedente, centrato su una mappa interattiva sulla quale reperire le famiglie intorno a noi per interagire e proporre incontri, pomeriggi al famoso parchetto (square), offerte o domande di baby-sitting, o anche di oggetti di puericultura da vendere.

– Kidsy: un’applicazione per Apple e Android che ha lo stesso principio dei siti qui sopra: incontrarsi tra genitori. Solo che qui, una volta creato il proprio profilo, bisogna specificare l’età dei proprio pargoli in modo da trovare, con la localizzazione, dei vicini con figli coetanei. E si può creare una lista “desiderata” di luoghi o attività da condividere con altre famiglie.

Welp: piattaforma per lo scambio di servizi (giardinaggio, volontariato, aiuto domestico di vario tipo) che offre anche idee e spunti per gite e attività in famiglia, aiuti nella ricerca di baby-sitters e tate e supporto per i compiti a casa di bambini e ragazzi.

 

By La Brune

tete_01

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

error: Content is protected !!