FACCIAMO! PARTIAMO!

Un castello da favola !

19 maggio 2017
Sapete quelle domeniche in cui tornate in macchina dopo una scampagnata, i bambini sporchi, sudati e addormentati sui loro seggiolini e voi distrutti ma felici? Quelle in cui ti sembra di essere andato chissà dove e invece eri a meno di un’ora da casa ma é bastato a rigenerarti?
Ecco cosa ho provato di ritorno dal Château de Breteuil, complice una caldissima giornata di sole di fine aprile alquanto anomala qui al nord.
Dobbiamo ringraziare Séverine, la figlia del quinto Duca Decazes che, dopo essersi sposata nel 1967 con Henri-François, decimo Marchese de Breteuil, ha dedicato la sua vita all’incredibile opera di restauro e animazione del castello di famiglia risalente a quattro secoli fa.
Fu il suo amore per i bambini a farle concepire l’idea di rendere la visita a questo castello accessibile al giovane pubblico, spinta dal desiderio di trasmettere alle nuovi generazioni la sua passione per l’arte e la vita quotidiana di una volta.
Ed é cosi che oggi il castello é concepito: un’attrazione per famiglie, ma non di quelle kitch e affollatissime che io rifuggo come la peste (pensate che, madre degenere, non ho mai portato le bambine a Disneyland), bensì un luogo di fascino e magia, dove gli ambienti delle favole di Perrault sono stati ricreati con la tipica eleganza francese, tra sons et lumières, labirinti e giardini incantati dove una cortigiana racconta storie ai bambini seduti in cerchio sotto a profumati ciliegi in fiore.
E per finire, armati di cestini e forbici i bimbi si sparpaglieranno nei prati tagliando mazzolini di fiori di ciliegio per farne bellissime corone seduti al tavolo di un simpatico atelier in giardino.
Indicazioni pratiche:
  • dove mangiare? Potete portarvi la copertina da prato e distendervi sull’erba a fare un pic nic (l’area si trova dove ci sono giochi ed altalene), oppure comprare qualcosa nel “chiringuito” di fianco, prezzi bassi, snack, panini e gelati!
  • potrete scegliere tra diverse formule di visita ed iscrivere i vostri figli a svariati ateliers: io ad esempio non ho fatto in tempo a visitare l’interno del castello perché già le attrazioni del parco sono tante e bellissime; perciò prevedete una giornata intera per vedere tutto!
  • La cortigiana che racconta le favole sotto ai ciliegi é tutte le domeniche, giorni festivi e vacances scolaires alle 16.30.
DA NON PERDERE
By La Blonde

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

error: Content is protected !!